Attività
Articoli

Articoli (10)

Il progetto ha portato alla realizzazione di una descrizione dello scenario emergente sugli educatori ECEC e sulle prospettive future in termini di sviluppo professionale, attraverso una serie di interviste e focus group a testimoni privilegiati (30 interviste e 40 soggetti coinvolti nei focus group) i cui contenuti sono stati sintetizzati per dare un'indicazione generale, anche considerando la creazione e la validazione del profilo professionale. Tale prodotto è stato caratterizzato per la creazione e diffusione di un questionario rivolto direttamente a educatori ECEC che, partendo dalla propria situazione personale-professionale, hanno avuto l'oportunità di auto-valutarsi rispetto al profilo di competenze sviluppato nel progetto e di esprimere opinioni sulla formazione.

Il progetto ha consentito lo sviluppo di una metodologia, con esempi "lavorati" per sviluppare e implementare processi di valutazione delle persone basati sul colloquio e sullo strumento scenario;

La metodologia è stata sviluppata attraverso una serie di workshop realizzati in Svezia, Italia e Spagna, in cui gruppi di professionisti HR in ambito ECEC hanno utilizzato il profilo prodotto nel progetto per identificare scenari realistici su cui ingaggiare le persone da valutare, attraverso un colloquio. Sono stati sviluppati dei documenti di sintesi per ciascun workshop (7 complessivamente), che comprendono scenari, testo dell'intervista e griglia di valutazione dell'intervista. Tali strumenti vengono considerati come la base per successive attività di approfondimento che le organizzazioni, se vogliono, possono attivare.

Uno dei principali output del progetto è lo sviluppo del profilo professionale dell'educatore 0-6 in un'ottica integrata. Per arrivare a questo risultato sono stati utilizzati diversi dati provenienti da: interviste a esperti, focus group con esperti, know how delle organizzazioni partner di Sprout, analisi delle leggi e delle indicazioni ministeriali, regole dell’EQF. Il profilo prodotto presenta cinque competenze: educativa, metodologica, relazionale, organizzativa, normativa. Come previsto dalle indicazioni EQF, tali competenze sono suddivise in conoscenze e abilità.

Al seguente link potete leggere un articolo sul progetto Sprout uscito su Today's Children are Tomorrow's Parents (TCTP)una rivista scientifica nata nel 1999, che rappresenta un'utile risorsa di informazione per professionasti che lavorano nell'area dell'infanzia. 

Dopo oltre 15 anni di pubblicazioni, la rivista TCTP, arrivata alla 39° edizione, è stata inclusa nei database internazionali EB-SCO, Index Copernicus, Norvegian Social Science Data (NSD).

 

Questo report contiene il risultato della ricerca comparativa finalizzata a mettere a fuoco la natura della qualificazione (più generalista/accademica o più professionalizzante) e dei learning outcomes previsti per la figura professionale dell'educatore/insegnante nei servizi ECEC all'interno dei paesi europei coinvolti nel progetto (Italia, Svezia e Spagna). Contiene inoltre un'analisi dell'ordinamento giuridico, delle specifiche regolamentazioni regionali, della situazione socioculturale ed economica dei territori dei partner coinvolti per capire la declinazione specifica del profilo professionale target. Tale ricerca è stata condotta attraverso l’analisi della letteratura, della normativa europea e nazionale ed il coinvolgimento diretto di soggetti istituzionali specifici.

 

Se vuoi approfondire i temi o partecipare al dibattito VIENI SUL NOSTRO BLOG.

 

 

In questa presentazione viene sintetizzato il Sistema di welfare e di servizi per la prima infanzia svedese. La Svezia ha uno dei tassi di nascita più elevati dell’Europa e, se consideriamo i bambini e le bambine che hanno meno di 5 anni, la percentuale di frequenza di servizi per la prima infanzia si aggira sull’80%. I servizi per l’infanzia dal 1998 sono regolati da un Curriculum nazionale, rivisto nel 2010. La presentazione analizza le leggi che regolano i servizi, le varie tipologie di servizi presenti e loro organizzazione, i criteri di ammissione, i costi, le linee educative, il quadro teorico di riferimento nazionale, il ruolo e la partecipazione delle famiglie.

 

Se vuoi approfondire i temi o partecipare al dibattito VIENI SUL NOSTRO BLOG.

 

Clicca qui per visualizzare e scaricare il report completo e dettagliato "L'educatore e l'insegnante nei servizi ECEC: un'indagine comparativa a livello europeo".

 

In questa presentazione vengono illustrati alcuni elementi caratteristici della società spagnola, come il profilo demografico, le politiche e i servizi di supporto alla famiglia. Il sistema educativo, come in Italia, non è obbligatorio ed è suddiviso in un primo ciclo per bambini da quattro mesi a tre anni e in un secondo ciclo per bambini da tre anni a 6 anni. Nella presentazione vengono analizzati entrambi i servizi per l’infanzia, esaminando i riferimenti legislativi, i differenti tipi di servizi presenti, i criteri di ammissione, i costi, le linee guida educative, il ruolo delle famiglie.

 

Se vuoi approfondire i temi o partecipare al dibattito VIENI SUL NOSTRO BLOG.

 

Clicca qui per visualizzare e scaricare il report completo e dettagliato "L'educatore e l'insegnante nei servizi ECEC: un'indagine comparativa a livello europeo".

 

In questa presentazione viene fornita una fotografia della situazione dei servizi per l’infanzia italiani, con riferimento sia ai nidi di infanzia che alle scuole dell’infanzia. In particolare, troverete dati e rappresentazioni grafiche relativamente ad aspetti quali le percentuali di frequenza dei bambini, la capacità di presa in carico da parte dei servizi, la disponibilità di servizi su base regionale, la spesa pagata dall’ente pubblico e dalle famiglie. 

 

Se vuoi approfondire i temi o partecipare al dibattito VIENI SUL NOSTRO BLOG.

 

Clicca qui per visualizzare e scaricare il report completo e dettagliato "L'educatore e l'insegnante nei servizi ECEC: un'indagine comparativa a livello europeo".

 

 

In questa presentazione sono state analizzate alcune fonti da cui trarre elementi significativi legati a quelle che dovrebbero essere le competenze del personale dei servizi per l’Infanzia. Nelle leggi istitutive italiane manca una codificazione specifica dei profili professionali di educatori e insegnanti, e quindi sono state analizzate alcune fonti, quali i contratti collettivi nazionali, l’Istat, L’Atlante dell’Università di Torino, il corso di Laurea in Scienze della Formazione, al fine di identificare le competenze che dovrebbero caratterizzare il profilo professionale del personale dei servizi Ecec.

 

Se vuoi approfondire i temi o partecipare al dibattito VIENI SUL NOSTRO BLOG.

 

Clicca qui per visualizzare e scaricare il report completo e dettagliato "L'educatore e l'insegnante nei servizi ECEC: un'indagine comparativa a livello europeo".

 

In questa presentazione viene presentato il progetto Sprout: il contesto da cui nasce, gli obiettivi, le attività previste, i soggetti stakeholder, le modalità di partecipazione, l'impatto atteso. Viene inoltre presentato in sintesi lo scenario europeo ed italiano dei servizi ECEC in termini di modelli organizzativi, profili delle figure educative e relativa formazione.

 
Se vuoi approfondire i temi o partecipare al dibattito VIENI SUL NOSTRO BLOG.
 
a6c25404b279ee5069887eac43c34f6f.jpg